Obesità e sovrappeso: approccio personalizzato secondo la Medicina Tradizionale Cinese. Parte 1, le cause.


In MTC l’obesità ed il sovrappeso sono considerati un eccesso di flegma che si deposita negli organi, nei muscoli, nel tessuto sottocutaneo, sotto forma di grasso. Fondamentali sono tutte quelle condizioni che favoriscono l’instaurarsi del flegma.

La radice del flegma è la milza che ha il compito di trasportare e trasformare i fluidi.  La compromissione di queste funzioni determina l’accumulo di umidità che, se protratta nel tempo, si trasforma in flegma.

Tutte quelle condizioni in grado di danneggiare la milza favoriscono la formazione di umidità interna che, col tempo, è suscettibile di trasformarsi in flegma. Il flegma si può manifestare in diversi modi nel corpo, anche come depositi di grasso.

Anche la costituzione è importante. Chi ha una costituzione umida tende ad ingrassare anche se non mangia molto. Chi ha una costituzione secca non ingrassa anche se mangia molto.

La persona in sovrappeso o obesa può apparire forte, con colorito rosso, voce forte (condizione basale di eccesso: flegma calore) oppure debole, con colorito pallido, voce debole (condizione basale di deficit: flegma freddo).

Si tratta di due tipi di diversi di obesita che richiedono, contemporaneamente, interventi comuni e differenziati.

Il trattamento del sovrappeso e dell’obesità, perciò, richiede un’attenta disamina di segni e sintomi che consentono di inquadrare il soggetto obeso e individuare le condizioni che favoriscono l’accumulo di grasso, per effettuare un trattamento radicale e personalizzato.

Il deficit di yang della milza è fondamentale perché si abbia accumulo di grasso corporeo.

Deriva da un deficit dell’energia della milza di lunga durata e, perciò, ne condivide le cause: eccessivo consumo di alimenti freddi (crudi come l’insalata, la maggior parte della frutta e delle verdure), di bevande ghiacciate.

Rimuginio, pensiero circolare, ossessivo, preoccupazioni, eccessivi sforzi mentali per studio, lavoro. Malattie croniche debilitanti

Il deficit di yang della milza, se di lunga durata, oltre che determinare la formazione di umidità e di flegma, può sfociare in un deficit di yang dei reni che, a sua volta, aggrava il deficit di yang della milza in una sorta di circolo vizioso. Malattie croniche e debilitanti, superlavoro fisico, mentale e sessuale, eccessivo consumo di alimenti freddi possono generare un deficit dello yang dei reni.

Altra condizione che può indebolire la milza e favorire la formazione di flegma/adiposità è la stasi dell’energia e del sangue del fegato.

La principale funzione del fegato è quella di consentire la libera circolazione dell’energia e conservare il sangue. La libera circolazione dell’energia permette alla milza di svolgere adeguatamente il suo compito di trasporto e trasformazione.

La più importante e comune sindrome del fegato, una delle più comuni in assoluto, è la stasi dell’energia del fegato che, se protratta, genera una stasi del sangue del fegato.

Stasi dell’ energia e del sangue del fegato sono condizioni di eccesso che danneggiano la milza e compromettono la capacità di trasportare e trasformare fluidi e cibo, aggravando l’accumulo di umidità e flegma/adipe.

La cause sono più spesso emotive: frustrazione, rabbia repressa e rancore provati per lungo tempo.

Cause alimentari: alimentazione eccessiva ed eccessivamente grassa, ricca di tossici, cibo spazzatura.

Nei forti mangiatori l’eccesso di cibo, grassi, alimenti piccanti, alcolici genera calore allo stomaco che fa aumentare la fame e velocizza la digestione. Gli alimenti introitati superano le capacità di trasporto e trasformazione della milza e si accumula il flegma-adipe.