Effetti del sapore salato in Medicina Tradizionale Cinese


E’ un sapore Yin e freddo. Dirige l’energia verso il basso e verso l’interno. Umidifica. Ammorbidisce le masse dure e rigide, allenta. Migliora la digestione e detossifica. In quantità moderate promuove la diuresi e l’eliminazione delle feci. Ha azione purgativa ed emetica.

Il sapore salato può essere aumentato nella dieta per ammorbidire le masse (noduli sottocutanei; linfoadenopatie; ghiandole indurite; cataratte, contratture muscolari) ed elimina il flegma.

Tratta la stipsi, il gonfiore ed il dolore addominale. Può essere usato come topico nella manifestazioni muco-cutanee (faringiti, come gargarismi; piorrea, spazzolando con sale fino; ascessi). Fa aumentare l’appetito.

Oggi è sovradosato, specialmente per quel che riguarda il sale aggiunto dai produttori o a tavola agli alimenti (di cattiva qualità).

Disidrata e danneggia i liquidi, il sangue e i vasi (ipertensione). Indurisce i muscoli e danneggia le ossa. Migliora la concentrazione ma limita le capacità mentali e favorisce il pensiero rigido.

Adattogeno all’inverno ed ai climi freddi.

Va limitato nelle persone con segni di umidità, in sovrappeso, ipertese.

Eccezione: le alghe che, per il loro alto contenuto in Iodio e oligoelementi, stimolano il metabolismo.

Il sapore salato va limitato in persone aggressive.

ALIMENTI CON SAPORE SALATO

Sale, alghe, orzo, miglio, salsa di soia (aggiunto), miso (aggiunto), sottaceti (aggiunto), gomasio (sale di sesamo).