Tocotrienoli: la nuova vitamina E del XXI° secolo. Parte 2: le fonti.


Tocotrienoli: la nuova vitamina E del XXI° secolo. Parte 2: le fonti.

 

 

I TF sono contenuti nella maggior parte delle foglie verdi e dei semi. I T3 sono più rari e presenti soltanto in alcune piante.

Le migliori fonti sono:

-Anatto (Bixa orellana)

-Palma

-Riso

Un aspetto importante, oltre al contenuto di T3, è il rapporto T3/FT. Infatti, numerose ricerche hanno dimostrato che l’α-TF limita i benefici dei T3 in diversi modi:

-compromette la capacità dei T3 di abbassare i livelli di colesterolo

-Attenua gli effetti antitumorali dei T3

-riduce l’assorbimento dei T3

-induce la demolizione dei T3

Inoltre, l’α-TF determina alcuni effetti negativi:

-fa aumentare colesterolo e Pressione arteriosa

-fa aumentare il rischio di carcinoma della prostata

-riduce la massa ossea

 

 

 

Una miscela T3/TF è ancora ipocolesterolemizzante se:

-alfa-TF<15%

-gamma-delta-T3>60%.

 

 

 

 

 

 

 

 

Una miscela T3/TF non è ipocolesterolemizzante se:

-alfa-TF>20%

-gamma-delta-T3<60%

 

 

 

 

 

 

 

Da questo punto di vista, l’unica pianta ad avere un rapporo assolutamente favorevole ai T3 è l’annatto (Bixa Orellana), una pianta delle foreste amazoniche.

 

 

 

 

 

 

 

L’annatto è considerata l’unica pianta conosciuta fonte di T3 e libera da TF.