SOSTENERE IL GH CON L’ALIMENTAZIONE


Per rallentare il processo di invecchiamento e favorire vitalità e benessere, oltre all’attività motoria, ad un sonno ristoratore, ad una buona gestione dello stress, all’evitamento/limitazione di: fumo, alcool, aceto, bevande ricche di caffeina, marijuana ed altre droghe, sedentarietà, occorre periodicamente adeguare il piano alimentare per sostenere l’ormone GH.

La quota calorica deve essere sufficiente a soddisfare i fabbisogni.

Preferire carne, pesce, frutta e verdure e tutti gli alimenti naturalmente ricchi di fibre che abbassano l’indice glicemico.

Limitare molto lo zucchero e le bevande zuccherate (quasi tutte quelle prodotte industrialmente), i dolci e tutti gli altri alimenti con elevato indice glicemico: biscotti, pane, pasta e cerali, soprattutto quelli raffinati, le bevande contenenti caffeina, gli alcolici.

Per sostenere il GH occorrono alimenti ricchi di alcuni aminoacidi: arginina, equilibrata con la lisina (molti alimenti ricchi di arginina sono poveri di lisina e viceversa; uno squilibrio a favore dell’arginina favorisce le infezioni virali, soprattutto l’herpes labialis).

Altri aminoacidi utili sono: glutamina, Ornitina,  L-DOPA,  Glicina.

Importanti sono anche gli alimenti ricchi di niacina (vitamina B3) e creatina.